Seguimi:

Come soddisfare le proprie (diverse) fantasie sessuali all’interno della coppia

Psicologo e Psicoterapeuta Ascoli Piceno e Teramo

  • Home
  • Fantasie sessuali e coppia

Non è raro per i partner di una coppia di avere qualche differente desiderio sessuale, sia relativo a quello che vogliono fare e sia a quanto spesso vogliano farlo. Sarebbe ottimale che ci fosse una comunione di intenti e che i partner possano creare una buona vita sessuale insieme, ma anche nelle coppie più felici ci si trova spesso di fronte a differenze di opinione, o di desideri. Dopo tutto, voi e il vostro partner andate d’accordo su tutto in ogni momento?

Occupiamoci ora dei disaccordi relativi a “quello che vorrei fare” con lei/lui. Per quanto questi disaccordi possano causare conflitti, ci sono dei modi per negoziare le differenze tra di voi e il vostro partner, in modo che entrambi sentano di poter ottenere maggiormente ciò che si vuole, senza sentirsi sotto la pressione del dover fare quello che non si vuole fare. Negoziando in buona fede e raggiungendo un accordo reciprocamente soddisfacente, in particolare su un argomento potenzialmente sensibile come il sesso, si otterrà anche un beneficio per il vostro rapporto anche al di fuori della camera da letto.

I disaccordi sul vostro repertorio sessuale di coppia.

Ci sono molti, molti modi attraverso i quali le persone possono accendere l’eccitazione sessuale – e sappiamo che ciò che è esaltante per una persona può essere una doccia d’acqua gelida per qualcun altro. Ci sono un sacco di teorie, ma ancora non si conosce con precisione in che modo le persone sviluppare le proprie modalità di eccitamento e di spegnimento. E’ tuttavia molto più probabile che sia possibile aggiungere modalità di eccitamento alla nostra lista piuttoste che rimuoverle, ma i nostri desideri sessuali si evolvono nel corso degli anni e dei decenni. A volte questo è dato dall’influenza dei nostri partner e dalle nostre esperienze con loro, e qualche volta è parte del nostro sviluppo globale indipendentemente da ciò. In entrambi i casi, la possibilità di poter ampliare una certa varietà di eccitamenti nel corso dei decenni è probabilmente una buona cosa per il miglioramento dell’intesa sessuale.

A prescindere da come abbiano avuto origine, possiamo dividere i nostri interessi sessuali in quattro categorie generali:

1. Quello che so che mi piace fare. Queste sono le attività che siamo abituati a fare e che ci piace fare.

2. Quello che io sono disposto a fare per te. Alcune attività possono non essere del tutto intrinsecamente interessanti per noi, ma siamo disposti a praticarle, perché il nostro partner ne gode – e talvolta il piacere del nostro partner rende un’attività altrimenti priva di interesse molto più eccitante.

3. Ciò che potrei essere disposto a provare. Queste sono le attività che, nelle giuste circostanze, potremmo prendere in considerazione. A volte la nostra esitazione ha a che fare con il fatto che questo desiderio sia al di fuori della nostra zona di confort o routine, e, talvolta, siamo preoccupati per come il nostro partner reagirebbe rispetto a tale proposta.

4. Quello che non siamo interessati a provare (almeno per ora). Queste sono le attività che ci attivano in difesa, perché ci fanno sentire in pericolo, a disagio, o semplicemente ci sembrano strane. Mentre la maggior parte di queste attività, probabilmente non si evolverà da un “bleah” ad un “sì”, forse una piccola parte lo farà.

Potrebbe essere utile pensare a quali attività si inseriscono per voi nelle diverse categorie sopracitate, e discuterne con il vostro partner. La vostra vita sessuale attuale probabilmente consiste principalmente in una sovrapposizione tra le cose che voi e il vostro partner piacciono praticare, forse con un paio di cose che si è disposti a fare per l’altro in più. Le attività che almeno uno/a di voi vorrebbe provare (e il vostro/la vostra partner è disposto/a) sono le vostre aree di potenziale sperimentazione, e le attività che almeno uno di voi non è interessato a provare sono i vostri limiti sessuali attuali.

Un buon comportamento dei nostri partner – in particolare, che non siano esigenti o colpevolizzanti nei riguardi dell’attività sessuale – potrebbe renderci più generosi e disponibili all’interno della coppia, così come un buon comportamento in generale al di fuori dal letto. Le richieste dirette, con una buona capacità di gestire il rifiuto, tendono a farci realizzare di più di quello che desideriamo. Se c’è qualcosa che vi piacerebbe provare, ma il vostro partner non è d’accordo, chiedete loro che cosa renderebbe quell’attività più interessante o più sicura per loro. Forse spiegare perché vi eccita e perché la si vorrebbe fare con loro  potrebbe aiutarli a trovare un modo per sentire anch’essi eccitazione.

Se c’è qualcosa che vi piacerebbe provare, ma il vostro partner non è affatto d’accordo, potreste esplorare se ci sono altre modalità per avere una simile esperienza o per ottenere la stessa sensazione facendo qualcosa di diverso e allo stesso tempo accettabile per entrambi. Una coppia felice deve trovare il modo per garantire che entrambi i partner siano sempre abbastanza soddisfatti di quello che vogliono senza sentirsi costretti.

In ultima analisi, potrebbe essere necessario rinunciare ad alcune opzioni, almeno per ora, e questo potrebbe essere più accettabile se almeno si potesse lasciare aperto un dialogo su questo argomento!

Fonte:

Articolo in lingua originale del Dott. Ari Tuckman, apparso su Psychology Today

Dott. Massimo Amabili
Psicologo e Psicoterapeuta Ascoli Piceno e Teramo

Che cosa fa lo psicologo?

Facebook

Instagram

Instagram

Articoli recenti