Seguimi:

4 motivi per chiudere definitivamente con un EX

Psicologo e Psicoterapeuta Ascoli Piceno e Teramo

  • Home
  • 4 motivi per chiudere definitivamente con un EX

La rottura di una relazione (o un divorzio) è spesso dolorosa e disorientante. Le scariche di adrenalina attraversano il corpo e la mente. La parte che soffre di più pensa: “Questo non può accadere.” E con questo pensiero continuo, l’individuo cerca di rimanere in contatto con il proprio ex, fantasticando di poter trovare la soluzione che salverà il rapporto, o di trovare un compromesso, un temporeggiamento, una tappezzatura allo strappo: qualunque cosa sarebbe meglio della fine. Del punto. Dei titoli di coda della relazione.

E tuttavia l’unico modo migliore per accelerare il processo di guarigione dopo una rottura o un divorzio è questo: interrompere qualsiasi contatto con l’ex di turno.

Se state cercando di riprendervi dalla fine di un rapporto, questo consiglio può essere difficile da accettare. La vostra mente potrebbe già cercare di fare gli straordinari per razionalizzare un motivo per cui sarebbe preferibile per voi rimanere in contatto diretto con il vostro ex. Magari ci si potrebbe raccontare che bisogna restituirgli la roba. O pensare che sarebbe meglio continuare a vivere insieme, almeno per un po’. Oppure che vi dispiace per altri membri della famiglia del vostro ex. Forse c’è un compleanno in arrivo, o qualche altro evento che avevate programmato insieme. E che male può esserci nello sbirciare i profili del vostro ex sui social? Vi rassicurate che si può pur sempre rompere e rimanere ancora amici.

In realtà, l’unico motivo legittimo per cui il contatto non deve essere evitato è se si hanno figli e si deve comunicare per salvaguardare la propria responsabilità alla co-genitorialità, e anche in quel caso, si dovrebbero mantenere i confini limitando le conversazione per le questioni relative ai bambini. In caso contrario, continuare o tentare di mantere un contatto con il vostro ex servirà soltanto a prolungare la vostra sofferenza, e vi impedirà di iniziare il processo produttivo del lasciarsi andare per ricominciare (prima o poi).

Qui ci sono altre quattro motivazioni per stoppare il contatto con un ex:

1. Non si può guarire.

La fine di una relazione è difficile, ma i sentimenti dolorosi non sono permanenti. Vi sentirete tristi, vi sentirete arrabbiati, vi sentirete shockati da questo avvenimento. Questi sentimenti sono normali, e sono parte del processo di recupero. Alla fine, se ve li permettete, una sorta di accettazione entrerà nella vostra vita. Tuttavia, se persistete nel contattare o tentare di contattare il vostro ex, state lavorando contro il processo di recupero e in favore di una strategia di negazione autolesionista. Questa può tamponare il colpo, ma non permette di guarire. Essa consente solo, inizialmente, di non entrare in contatto con sentimenti dolorosi e circostanze nuove difficili. Affrontare gli stati emotivi negativi e accettare il fatto che il vostro/a ex non è più lì significa che siete sulla via della guarigione. E il vostro mondo crescerà più luminoso.

2. Non potete investirci altre energie.

Anche se non si è perfettamente consapevoli di questo, se siete ancora in contatto con il vostro ex, state continuando a dedicare ulteriore energia a quella relazione, e non è quello di cui avete bisogno o che desiderate. Ogni volta che parlate con il vostro ex, l’impegno necessario per entrarci in contatto, la programmazione, il pensiero, il lavorio necessari dirottano energie altrimenti necessarie per perseguire nuove esperienze di vita.

3. State vivendo nella fantasia.

Se il rapporto è finito, è finita: quello che avete avuto con il vostro ex non esiste più. Non sarà mai lo stesso. Insistere con questa relazione significa che una parte di voi sta ancora sperando che in qualche universo alternativo c’è una possibilità per voi e il vostro ex di poter stare ancora insieme ed essere felici. Il risultato, è precludersi futuri momenti di intimità altrove. Ma ogni volta che vi mettete in contatto con il vostro ex, vi ricorderete di non avere più quella relazione finendo schiacciati dalla delusione da capo. Queste montagne russe si mettono di mezzo alla vostra vita reale e alla vostra effettiva opportunità di felicità.

4. Rivivete le vostre manchevolezze e i vostri errori.

Una delle parti più difficili della gestione della fase finale di una relazione è che la parte lesa tende a incolpare se stessa. In un certo senso, la fine di un rapporto dovrebbe essere un’opportunità di crescita personale. Tuttavia, è un errore quello di rimanere, o tentare di rimanere in contatto con un ex nella speranza di ottenere la possibilità di riparare le proprie colpe. Mantenersi in contatto vi mantiene in un limbo: non potete stare con il vostro ex, né potete andare avanti. Una volta che si lascia andare completamente invece,si guadagna la libertà di vivere, per lo più sgombra dai rimpianti e dalle sofferenze di ieri.

Fonti:

Jill P. Weber, Having Sex, Wanting Intimacy: Why Women Settle for One-Sided Relationships, 2013

Articolo in lingua originale di Psychology Today

Dott. Massimo Amabili
Psicologo e Psicoterapeuta Ascoli Piceno e Teramo

Che cosa fa lo psicologo?

Facebook

Instagram

Instagram

Articoli recenti